Giacca EXO approfondimento: per la pioggia estrema e non solo

Chaqueta EXO a fondo: para lluvia extrema y mucho más

Protezione contro la pioggia estrema, senza rinunciare a concetti tanto apprezzati dai ciclisti come traspirabilità, vestibilità, semplicità e soprattutto: versatilità.

Sebbene si collochi nella fascia più alta di copertura e di prestazioni tra i nuovi capi di Gobik per questo inverno, il EXO è destinata a essere un punto fermo nelle uscite con il freddo, con o senza minaccia di pioggia.

Giacca impermeabile EXO pioggia bagnata in Islanda

A tal fine, vanta una delle virtù di cui abbiamo parlato in precedenza, la versatilità, un concetto che si riassume nella sua ampiezza d'uso: dalla pioggia estrema come massima esigenza, all'essere una compagna in qualsiasi uscita, grazie alla semplicità e alla leggerezza con cui viene ripiegata.

Parliamo di 207 grammi di pezzo, facile da trasportare nelle tasche della maglia, ma ottimo alleato quando la giornata si complica, soprattutto nelle giornate invernali di tempo incerto e nuvole minacciose.

Testato al Giro d'Italia

"È un ottimo capo, in grado di respingere l'acqua e di mantenere l'interno completamente asciutto. È abbastanza versatile, quindi non è utile solo nelle giornate di pioggia, ma anche in quelle fredde", spiega. Francesco Gavazziciclista del Eolo Kometache ha utilizzato il EXO in alcuni giorni dell'ultimo Giro d'Italia.

Il suo compagno di squadra, Samuel Riviha anche lui tirato fuori la Corsa Rosa: "È un prodotto molto ben studiato, si sente che è stato lavorato fin nei minimi dettagli. Per me è molto importante che la sua efficacia contro l'acqua sia massima e penso che ci riesca".

Regolazione delle maniche della giacca Gobik EXO

Il fatto che sia leggero, che si ripieghi bene, che possa essere utilizzato in ambienti diversi, anche per il bikepacking, non lo distoglie dal rispondere efficacemente al suo compito principale, proteggere il ciclista che si trova nel mezzo di un acquazzone o di un forte calo di temperatura.

A questo proposito Rivi sottolinea che "nei giorni precedenti a questa concentrazione, l'ho utilizzata nei miei allenamenti con temperature sempre intorno agli zero gradi ed è apprezzabile avere un capo di questo tipo, che non solo ti protegge dalla pioggia, ma ti isola anche dal freddo nelle discese".

"Si spera sempre di non doverlo usare, ma quando è stato necessario ha fatto miracoli", dice il ciclista italiano.

Parte posteriore della giacca Gobik EXO

L'acqua, fuori

La giacca EXO La giacca è progettata specificamente per le condizioni di pioggia estrema. Qualcosa che può verificarsi senza preavviso durante le lunghe pedalate in cui non è disponibile alcun riparo. Ha una colonna d'acqua di 10.000 mm e tutte le cuciture sono state accuratamente termosaldate per evitare la penetrazione della pioggia.

Mi sento molto protetto", continua Gavazzi. In questi giorni di pre-stagione l'ho utilizzato nella mia zona durante sessioni di allenamento di oltre tre ore, con un tempo non molto favorevole. Per altre discipline come lo sterrato è l'ideale, perché mantiene molto bene il calore del corpo senza far sudare".

Per completare lo zaino "anti-acqua", segnaliamo la gonna estesa all'estremità della schiena per proteggere dagli schizzi della ruota posteriore.

Gonna posteriore della giacca Gobik EXO

Vestibilità, mobilità e traspirabilità

"Si adatta molto bene al corpo e per noi questo è fondamentale. Anche altre giacche di questo tipo non lasciano passare l'acqua, ma sono comunque poco aerodinamiche. Non è questo il caso", afferma Gavazzi.

La modellazione significa anche che nelle aree in cui è richiesta la mobilità, il tessuto è più stretto ed elastico. "Ci si può muovere perfettamente e non è scomodo perché non genera sacche d'aria grazie alla sua buona aderenza al corpo. Non è mai comodo andare in bicicletta sotto la pioggia, ma questa giacca lo rende molto più confortevole", suggerisce Rivi.

Dettaglio gomito della giacca Gobik EXO

Tutte le virtù di cui sopra si intrecciano in un aspetto molto apprezzato dai ciclisti: la traspirabilità. Le sue finiture termosaldate per il vento e la pioggia sono completate dalla membrana "DVstorm™ di eVent®" che allontana efficacemente il sudore.

Strati DVstorm

Chiusura in velcro a sgancio rapido

Sul davanti è presente un velcro aggiuntivo, parallelo alla zip, molto efficace in situazioni specifiche per indossarla e toglierla: "Una caratteristica molto importante di questa giacca è la possibilità di chiuderla con la zip o con il velcro, per una maggiore facilità nei momenti di forte vento, o quando ad esempio fa molto freddo e allacciare una zip diventa un'operazione molto complicata" specifica Gavazzi.

Velcro sulla giacca Gobik EXO

È perfetto per quando "il gruppo va molto veloce o quando fa molto freddo" sottolinea Rivi e Gavazzi aggiunge: "Quando non serve, è molto facile ripiegarlo e metterlo in una tasca della maglia".

Dati tecnici

  • Giacca tecnica impermeabileEXO
  • Caratteristiche: Waterproof | Windproof
  • Vestibilità: Perfect fit
  • Temperatura di esercizioDa +5 a +15 ºC
  • Peso: 207 g (S)

Ulteriori informazioni supagina del prodotto.

EXO giacca anteriore  EXO giacca posteriore
Torna al blog